Nel momento in cui iniziamo a osservare la parte di noi che pensa, si attiva un livello superiore di consapevolezza. Allora comprendiamo che esiste un vasto regno di intelligenza oltre il pensiero e che quest’ultimo ne è solo un aspetto minore.

Comprendiamo anche che le cose che contano davvero (la bellezza, l’amore, la creatività, la gioia, la pace interiore) sorgono al di là della mente. E iniziamo a risvegliarci, diventando consapevole di noi stessi, otteniamo il possesso della realtà; nel diventare reale, diventando il maestro sia della nostra vita interiore sia di quella esteriore.

***

Leggi i 12 principi del Guerriero Gentile qui.